fbpx

come isolare la casa dal freddo

Vi siete mai chiesti qual’è il modo migliore per isolare la casa dal freddo ? Forse dobbiamo prima partire da una domanda più semplice per arrivare ad un concetto che può cambiare il nostro modo di costruire le case. Perché dobbiamo isolare la nostra casa dal freddo? domanda semplice e ormai scontata.

Dobbiamo isolare la nostra casa dal freddo per un risparmio energetico, di conseguenza un risparmio economico, un piacevole risparmio economico. Dobbiamo coibentare la nostra casa per un motivo molto più grande, per migliorare l’ambiente circostante, inquinare meno per il futuro nostro e delle generazioni future. Non mi dilungo troppo su un argomento che dovrebbe essere ormai un principio fondamentale per tutti, anche per le imprese edili che troppo spesso guardano al lato economico con lo scopo di eseguire un lavoro.

Ora posso tornare alla domanda originale: come posso isolare la mia casa dal freddo? Sistemi costruttivi per isolare la casa sono tanti ed elencarli tutti sarebbe un’impresa da apocalisse. Possiamo dividerli in tre grandi famiglie: usare un sistema costruttivo in legno, la classica casa in legno; Costruire una casa con blocchi che isolano l’abitazione; o possiamo isolare la casa con un semplice cappotto esterno .

Bene ora abbiamo capito come isolare la casa dal freddo. All’interno della casa ho caldo? La mia domanda è provocatoria e forse dovrebbe essere scontata. La casa è calda perché la scaldo con una semplice caldaia da 3 Kw a metano. A questo punto torno ad inquinare, poco o tanto che sia (sicuramente a livello di bollette è poco). La domanda è perché devo inquinare che basterebbe un progetto ed un’esecuzione a regola d’arte.

La casa passiva poco intelligente

Ogni volta che ne ho la possibilità cerco di visitare le case e comprendere vantaggi e svantaggi dei sistemi costrutti. Un giorno Fabio, (un piccolo artigiano che opera nel settore edile) mi ha invitato a visitare una casa passiva costruita con un sistema costruttivo particolare. Ovviamente questa era un occasione per il produttore e il costruttore di farsi un po di pubblicità.

La casa era curata nel minimo dettaglio e la presentazione era impeccabile. Nulla di quello che diceva faceva una piega, era perfetto. Un’investimento sicuro per il cliente. Volete sapere la mia sensazione appena entrato in casa? Avevo freddo, non mi sono mai tolto il giubbotto come tutti gli altri invitati. Stare seduti non era cosi piacevole. Ora possiamo parlare di situazione della casa, possiamo parlare che la casa non era ancora abitata, possiamo parlare di tante cose per giustificare la sensazione di freddo.

Forse possiamo cambiare la nostra domanda iniziale e partire con un progetto studiato veramente per il benessere interno e per non inquinare più con sistemi di riscaldamento antiquati.

Naturalmente la casa che sono andato a vedere con Fabio era fantastica sia chiaro, e sicuramente una volta a regime le bollette saranno solo un spiacevole ricordo e il cliente sarà soddisfatto dell’investimento.

Cambiamo domanda

Siamo arrivati, cambiamo domanda da fare, non più come isolare la casa dal freddo, ma come mantengo la mia casa calda. All’inizio il confine tra le due domande può essere confusa, o anche può essere interpretate come domande identiche. Se avrete il piacere di approfondire il settore dell’edilizia o di partecipare a questa fantastica creazione, vi accorgerete che la differenza tra le due domande è notevole ed importante.

Posso avere una casa ben isolata ma fredda, poco piacevole; ma con una casa calda ho sicuramente una bella sensazione, da film sul divano e cioccolata calda con qualche fugace sguardo al panorama invernale e magari con qualche fiocco di neve; consapevoli che la mia casetta mi avvolge in un piacevole calore.

Tutto questo può essere raggiunto con un’ attenta progettazione e con imprese edili con una certa professionalità. Non vi nascondo che tutto questo non è semplice e ancora oggi trovo poche persone, professionisti del settore edile che prendono in considerazione questo importante fattore.

Isolare la casa non è semplice, non basta usare una coibentazione esterna (magari una coibentazione in cappotto in eps)) per isolare bene la casa ma va fatto una serie di considerazioni. Ancora oggi si prende sotto gamba questa materia, con il risultato di spendere una cifra e non avere un buon risultato.

Un’ edilizia intelligente

Se vogliamo tornare a casa dopo una giornata di lavoro e trovare la nostra abitazione ad una temperatura piacevole, e quindi ad un benessere elevato dobbiamo dare molta più importanza al “pacchetto murature“. Tutto ciò comprende la muratura ed eventualmente la coibentazione. Nel caso di un restauro purtroppo la situazione può essere economicamente poco vantaggiosa e dobbiamo considerare costi e benefici. Ben diverso nel caso di una costruzione edile nuova dove possiamo valutare tutte le scelte possibili e decidere la più appropriata pe le nostre esigenze.

Tra i tanti dati che dobbiamo considerare in un “pacchetto murature” della nostra casa dobbiamo ricordare: lo sfasamento del muro, l’attenuazione  e non dimentichiamo nelle case nuove l’ accumulo termico.

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia ecc, dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin