Una casa passiva in muratura

Realizzare una casa o costruire un edifico mi fanno tornare giovane e più precisamente al più comune dei giochi con le lego. Tutti ricordiamo le costruzioni lego, l’edificio dei pompieri o dei carabinieri. Il piccolo uomo “lego” sempre sorridente, trovarsi sdraiati a pancia in giù immaginando storie fantastiche; per non parlare delle “super” modifiche strutturali dell’edificio in barba a permessi e calcoli strutturali 😀 . Realizzare un edifico a grandezza naturale a il stesso sapore di quel tempo solo un po più avvincente e realizzare una casa passiva in muratura è l’apice del divertimento, una sfida di passione continua.

Una casa passiva in muratura, che tecnologia devo usare? e per quale motivo? In realtà parlare di muratura in questa maniera è troppo generico e impensabile comprendere tutte le sfaccettature di un sistema costruttivo così vasto. Senza considerare i molteplici sistemi costrutti nel mercato delle costruzioni edili.

Lo scopo di una buona muratura

Ogni volta che partecipo a convegni o corsi di formazione in generale una domanda: Per quale motivo devo utilizzare una “tecnologia” rispetto ad un’altra? Ora il cliente ha sempre ragione e se decide di utilizzare un sistema costruttivo io come impresa edile lo realizzo secondo la regola dell’arte, con la stessa professionalità e passione di sempre. È sempre una bella avventura. Ci sono delle situazioni che l’utilizzo di determinati sistemi costruttivi risulta poco vantaggiosi a livello economico e con risultati magari eccessivi; pensiamo alle case attive.

Nei film americani di football abbiamo ormai imparato che il quarterback (abbreviato QB) è un ruolo fondamentale del gioco e che tutti i giovani giocatori vogliono quel posto o almeno il protagonista del film. tralasciando i particolari del gioco americano, posso affermare che le murature in una casa giocano il ruolo fondamentale del QB. Molte volte non ci accorgiamo ma silenziosamente le murature (il QB della casa) giocano un ruolo fondamentale.

Detto questo dobbiamo realizzare delle murature con delle precise caratteristiche e che sia supportato ovviamente da una progettazione e realizzazione della casa ottimali.

Le stagioni cambiano

Purtroppo una casa passiva in muratura non può parlare, e forse ci direbbe sempre la stessa cosa: le stagioni cambiano, l’inverno è diverso dall’estate. Si lo sappiamo e sembra scontato eppure molte volte mi trovo con delle situazioni, che rispetto ma non comprendo. Come detto sopra, il cliente ha sempre ragione, purtroppo delle volte ci troviamo (con i professionisti che seguono la pratica) in situazioni difficili da comprendere o situazioni guidate solo dall’aspetto economico senza considerare il risultato finale.

Vi ricordate il vecchio libro delle stagioni che ci spiegavano la storia; l’invero è freddo, un breve passaggio alla primavera ed è arrivato il gran caldo. Le murature hanno il principale scopo di minimizzare questa differenza. Non è finita un buon QB può fare qualcosa in più e la muratura può offrire ottime soluzioni, sta solo a noi coglierle e sfruttarle. Il risultato potrebbe essere sorprendente e vivere in una casa passiva in muratura progettata e realizzata correttamente può fare la differenza.

Le vecchie case con muratura in sasso

Possiamo andare in cerca quanto vogliamo e troveremo tantissimi esempi di case passive in muratura che ci sorprenderanno con le loro belle caratteristiche. Tra i tanti esempi che possiamo trovare la casa ud rappresenta un caso che possiamo studiare. Lo studio Tiziana Monterisi Architetto ha realizzato Casa UD, una soluzione abitativa in Val d’Aosta, più precisamente a Chamois a 1.816 metri di altezza nata sui resti di un vecchio rudere del 1834.

Una vera sfida di ristrutturazione di edificio, l’uso di materiali naturali rappresenta forse l’apice di questa difficile costruzione. La problematica principale della costruzione edile è stato il trasporto dei materiali che sono dovuti essere effettuati con l’elicottero. In questo caso per non incidere ulteriormente sul costo di costruzione le scelte progettuali si sono rilevate fondamentali.

Casa UD è stata recentemente premiata con il Premio Sostenibilità 2017 nella categoria Edilizia Ristrutturazione/Restauro. Se guardiamo alcune foto della casa UD risalta immediatamente la muratura in pietra, una tecnologia alquanto sorpassata, eppure questo edificio in pietra ha raggiunto gli standard di casa passiva.

L’edificio UD può essere replicato anche in provincia di Treviso? La risposta è no, la sola differenza di quota deve essere un indice di valutazione. Non possiamo riprodurre una casa passiva in muratura che funziona in una zona e utilizzare la stessa tecnologia in una zona diversa.

Le tecnologie da usare in una casa passiva in muratura

Le tecnologie che ti offre il mercato dell’edilizia sono fantastiche, ti risolvono molte situazioni difficili. Non posso non ricordare la celebre frase “da un grande potere derivano grandi responsabilità”.

“Da un grande potere derivano grandi responsabilità” è quanto detto dallo zio dell’Uomo Ragno prima di essere ucciso da un furfante che lo stesso Spiderman aveva lasciato scappare. Ed è proprio quella la frase che spinge il giovane Peter Parker a mettere a disposizione degli oppressi e degli indifesi i suoi poteri paranormali. Noi imprese edili non ci rendiamo conto ma abbiamo una grandissima responsabilità quando usiamo nuove tecnologie.

In conclusione per realizzare una buona muratura dobbiamo avere due ingredienti fondamentali: la tecnologia adatta alla situazione o sistema costruttivo e avere un’impresa edile che sa come realizzare quel tipo di sistema costruttivo.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Una casa passiva in muratura

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

La nostra soluzione per te

Appartamenti in vendita

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin rutrum euismod dolor, ultricies aliquam nulla off maxfr mous accumsan.