fbpx

9 cm di isolamento acustico in legno creeranno un’oasi di pace in casa

Non sottovalutare l’isolamento acustico per la tua casa di legno o muratura

Quante volte ti è capitato di non vedere l’ora di rientrare a casa per stare immerso nel silenzio? Il traffico, il brusio continuo, il parlato e tutto ciò che ti avvolge durante la giornata ha un peso importante sul benessere psicofisico del tuo organismo. Ecco perché non vedi l’ora di arrivare nel tuo rifugio e tirare un sospiro di sollievo.

Peccato che una volta a casa: il vicino sposti i mobili a ore improponibili, pulisce con la musica o la tv a tutto volume quando tu la notte vorresti dormire, il cancello di casa cigola, e ogni volta che sbatte ti fa sobbalzare. Ok, prima di impazzire è meglio pensare a un isolamento acustico per la tua casa. È costruita con la tecnica xlam. No problem, anzi…

Per la casa in legno, qual è l’isolamento acustico più adatto?

L’isolamento acustico di una casa in mattoni oppure prefabbricata in legno deve essere fatto con materiali fonoisolanti o fonoassorbenti.

Fonoisolanti. Lo dice la parola stessa isolano il rumore. Quindi un rumore esterno resterà lì e non entrerà dentro. Ad esempio il rumore del camion della nettezza urbana o dei treni se si vive vicino alla stazione.

Fonoassorbente. Anche in questo caso l’etimologia della parola ci viene in aiuto. L’energia sonora prodotta dal rumore viene assorbita. Spesso si utilizzano dei materiali fonoassorbenti per isolare internamente. Ad esempio i rumori del calpestio, dell’ascensore, la famosa musica del famoso vicino visto sopra. E così via.

E quindi…

Bastano 9 cm di legno contro i 25cm/30cm di muratura come strato di isolante acustico per trovare la pace e rigenerarsi con il silenzio senza sentire il cagnolino della vicina che abita al piano sopra il tuo mentre ulula alle foglie. Quindi se hai una casa costruita con i mattoni o la stai ristrutturando basterà utilizzare questo materiale del tutto naturale per avere l’isolamento acustico ma anche quello termico poiché riesce ad avere la doppia funzione.

Il legno e i suoi derivati sono dei materiali fibrosi. Ovvero assorbono i rumori, l’energia emanata dalle onde sonore stoppandola senza farla propagare nell’ambiente. Reggendo bene il calpestio il suo spessore non si ridurrà. Inoltre, attutisce le vibrazioni emesse dalle onde sonore quindi è l’ideale per isolare le pareti. In più un domani lo si potrà riciclare. Non crea condensa perché lascia traspirare le pareti e quindi non si creerà la muffa.

Questa soluzione la si sta adottando sempre più spesso quando si decide di sopraelevare casa per crearne una da affittare o da ampliare. Lo spessore ridotto del legno, utilizzato in ogni punto della casa, andrà a gravare meno sulla costruzione di partenza. Lo stesso vale se si decide di realizzare degli edifici più alti di 3 piani completamente in legno. Il comfort acustico sarà invidiabile. Ecco perché le case create totalmente in legno partono con una marcia in più e non dovranno fare dei lavori aggiuntivi.

Le norme per l’isolamento acustico per la propria casa in legno o in muratura

Quando si crea una casa in legno in maniera prefabbricata o meno, lo si deve fare seguendo delle certificazioni specifiche. Lo stesso principio vale quando si crea una coibentazione per isolare termicamente la propria abitazione in legno o in mattoni, e anche quando si pensa e si fa realizzare, un isolamento acustico.

L’isolamento acustico è importante perché una casa senza rumori molesti provenienti dall’esterno o dalla casa stessa o da quella che sta dietro o attaccata alla propria influisce in maniera positiva sul suo comfort interno e sul tuo benessere dato che la vivi tutti i giorni.

Ecco perché alcuni edifici come ospedali, case di cura, edifici residenziali e persino le scuole oltre che la propria casa privata devono avere un certificato acustico rilasciato dai tecnici come ingegneri, geometri, architetti, periti edili che lavorano nel campo dell’acustica. In più si devono rispettare delle norme sull’isolamento acustico (Legge 44/1995 e DPCM del 5 dicembre del 1997) a prescindere dal materiale scelto per la realizzazione dell’edificio, nelle quali vi sono specificati i requisiti da seguire per ottenere una casa o un edificio a norma.

Non seguire queste norme porterà a delle sanzioni pesanti e al doversi mettere in regola. Affrontando così un’importante spesa in un secondo momento dato che si può isolare tutta la casa: dalle pareti, al pavimento senza tralasciare il soffitto, le finestre e gli infissi in generale e in alcuni casi persino gli scarichi del bagno. Non sottovalutare questo aspetto.

Shhh te lo dico sottovoce: le case che realizzo sono tutte silenziose, contattami!

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin