inquinamento acustico e la salute

In questo articolo andiamo a parlare dell’inquinamento acustico, un problema che nell’edilizia è un problema che molte volte non viene considerato.

Per rumore si intende un suono non desiderato, privo di informazioni utili per l’uomo, che induce sensazioni fastidiose e sgradevoli fino a provocare, in particolari condizioni, effetti sanitari gravi ed irreversibili sia sull’apparato uditivo che sull’intero organismo.

Il rumore è oggi il principale fattore di inquinamento acustico di natura fisica e rappresenta un problema di grande importanza economica e sociale sia per il numero dei soggetti esposti che per gli effetti da questo provocati sulla salute umana.

N.B. a fine articolo, tra i vari collegamenti che possono interessarti sul tema di questo articolo, c’è il collegamento: Il mondo dell’acustica che ti mostrerà tutti gli articoli inerenti a questo tema.

inquinamento acustino nel mondo, in Europa e in Italia

Si stima che nei paesi dell’OCSE più di 150 milioni di persone siano esposte a livelli di rumore superiori ai 65 dB(A) indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come soglia di sicurezza. Secondo il primo rapporto sull’ambiente europeo dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA, 1995) nel continente europeo 113 milioni di persone sono esposte a livelli sonori eccedenti i 65 dB(A), mentre a livelli eccedenti i 55 dB(A) sarebbero esposti 450 milioni di persone (65% della popolazione europea). Lo stesso rapporto indica in 65 dB(A) il livello massimo diurno ammissibile in ambiente esterno per garantire condizioni accettabili di comfort negli ambienti interni, proponendo per le aree residenziali di nuova edificazione un livello ambientale esterno non eccedente i 55 dB(A).
Il secondo Rapporto dell’Agenzia Europea conferma la gravità del fenomeno, che sarebbe particolarmente concentrato nelle aree urbane dove la popolazione risulta esposta anche a livelli superiori ai 75 dB(A), limite da considerarsi inaccettabile in quanto il suo superamento prolungato può determinare l’insorgere di patologie a carico dell’apparato uditivo.
Circa 9,7 milioni di persone in Europa sono esposte a livelli inaccettabili di inquinamento acustico (superiori a Leq di 75dB(A) nelle 24 ore).

In Italia la soglia dei 65 dB(A) (possaimo affermare che c’è un alto inquinamento acustico) è superata in quasi tutte le città e si stima che più il 72% della popolazione sia esposta a livelli di rumore superiori ai limiti massimi stabiliti dalla normativa vigente.
Il traffico stradale è la principale fonte di rumore seguito dal rumore prodotto dai “vicini di casa”, dai cantieri, dalle attività produttive in genere, dagli aerei, dalle ferrovie ed altro.
Il traffico non è tuttavia segnalato come principale fonte di disturbo infatti la maggioranza degli esposti dei cittadini sono riferiti al rumore prodotto da condizionatori e frigoriferi, dalle attività musicali (discoteche) e dalle attività industriali ed artigianali.

Dai nuovi asfalti alle etichette per le auto, dagli alberi alle auto ibride, ecco i nuovi approcci per ridurre l’inquinamento acustico, anche le nuove costruzioni edili sono sottoposti a rigidi regolamenti. Le imprese edili devono essere sempre più professionali e consapevoli di un settore tanto complesso perché dall’altra parte gli effetti sulla salute sono molteplici.

Quante sono le persone che giornalmente si trovano ad affrontare problemi relativi alle loro abitazioni,da costruire, ristrutturare, restaurare o semplicemente da apportare modifiche modeste di ordinaria manutenzione; non sanno nulla dell’edilizia e non riescono neppure a formulare, nel loro interesse, le domande più semplici, o addirittura discutere prodotti o soluzioni alternative, nel complesso settore dell’acustica è fondamentale un impresa edile che sappia i principi fondamentali del rumore.

 

Concetto di salute

L’organizzazione mondiale della sanità definisce la salute “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale” non solo quindi assenza di malatie o infermità. ne consegue che la tutela della salute deve essere rivolta al mantenimento di uno stato di benessere, prima ancora che compaia una patologia oggettivamente misurabile.

 

Sebbene il danno uditivo sia la conseguenza più seria dell’esposizione al rumore, questo soprattutto altera il senso di “benessere”, disturba; non a caso la definizione di rumore come “suono indesiderato” è chiaramente espresso in termini psicologici anziché fisici.

Il rumore si comporta come uno stressor ambientale non specifico, con manifestazioni simili, a livello psicologico e di sistema nervoso, a quello prodotte da altre richieste fisiche, psichiche o sociali eccedenti le risorse e le capacità di controllo da parte dei soggetti coinvolti. Per esempio, l’impossibilità di sottrarsi all’interferenza del rumore durante le 8 ore lavorative e la sensazione associata di perdere la capacità di gestire le proprie attività comporta, a lungo termine, elevazioni fisiologica dell’ arousal ( o anche detto sintomo della vigilanza), con conseguente affaticamento soprattutto a fine giornata, irritabilità e alterazione della qualità del sonno.

Arousal (in Italiano Attivazione) indica uno stato di vigilanza del sistema nervoso centrale e si riferisce al grado di attivazione della corteccia cerebrale, funzionale a mantenere un’adeguata ricezione degli stimoli provenienti dal mondo esterno attraverso la produzione di neurotrasmettitori quali l’acetilcolina, la noradrenalina, la dopamina e la serotonina.

In situazioni standard, quando l’arousal aumenta, cresce parallelamente anche le prestazioni del’individuo (in modo diverso in base all’entità del compito) almeno fino a quando non viene raggiunto un punto ottimale ma critico, oltre il quale perdurando l’esposizione dell’individuo al compito stesso per un periodo prolungato del tempo, diminuisce il suo livello di attenzione e quindi la sua prestazione complessiva, causando: stress, ansia, paura, panico

 

Gli effetti neuropsicologici di questa esposizione dipendono solo in parte dalle caratteristiche fisiche del suono, mentre per il resto risentono di una valutazione del suono percepito, dalla sua qualifica di “fastidioso “, “irritante”, “indesiderato”.  A stimoli identici, la sensazione di fastidio risulta piuttosto variabile; non si trova di conseguenza una forte concordanza tra le caratteristiche del suono con il fastidio espresso, con i parametri fisiologici o con gli effetti comportamentali.

Ora visto questa prima introduzione sull’inquinamento acustico c’è da chiedersi quanto sia importante nell’edilizia questo settore, proviamo ad immaginare quanto è piacevole sentire il vicino in un appartamento in vendita. Compreresti un appartamento in vendita dove non è stato considerato l’isolamento acustico? Quanto spenderesti in più per migliorare l’acustica dell’appartamento in vendita? I limiti di legge sull’isolamento acustico per gli appartamenti in vendita sono sufficienti?

Inquinamento acustico e altri articoli

Sul  tema dell’inquinamento acustico ho scritto altri articoli che possono risultare interessanti.

 

Un primo articolo che ti può interessare è: il rumore da dove proviene; questo articolo viene sempre aggiornato con vari collegamenti ad altri articoli del medesimo argomento. In questo articolo troverai anche un collegamento per l’articolo:  acustica e costi sociali in edilizia, qui si da una stima economica sull’impatto dell’inquinamento acustico sulle opere edili.

 

Per rumore si intende un suono che provoca una sensazione sgradevole, fastidiosa o intollerabile. Il suono è una perturbazione meccanica che si propaga in un mezzo elastico (gas, liquido, solido) e che è in grado di eccitare il senso dell´udito.
Ogni edificio costruzione, abitazione, appartamento, casa, ne è soggetta, le imprese edili che costruiscono conoscono bene le cause che possono migliorare il benessere e la qualità dell’ambiente interno per questo l’impresa edile che costruisce appartamenti in vendita deve dare massima importanza all’acustica.

Se vuoi vedere tutti gli articoli sull’acustica, i sue effetti sulla salute o i benefici di una costruzione edile con i migliori sistemi d’isolamento, qui il collegamento, sempre aggiornato, con tutti gli articoli che riguardano l’acustica

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia ecc dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

Il blog di un’impresa edile di Treviso

 

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

inquinamento acustico e la salute

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

La nostra soluzione per te

Appartamenti in vendita

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin rutrum euismod dolor, ultricies aliquam nulla off maxfr mous accumsan.