Isolamento termico nelle case in legno

Isolamento termico e case prefabbricate

Nelle case prefabbricate è importante creare un isolamento termico corretto perché solo in questo modo si potrà avere una  termoregolazione perfetta.

I materiali adatti per l’isolamento termico

Per avere un ottimo isolamento termico bisogna inserire il materiale giusto tenendo presente che i vantaggi si hanno anche in base al posizionamento geografico.

Fresco d’estate e caldo d’inverno

Il legno, tra le tante proprietà, possiede anche la proprietà di regolare l’umidità: infatti è in grado di assorbire l’umidità interna in eccesso e restituirla nel caso l’aria sia diventata troppo secca. Inoltre assicura calore in modo uniforme isolando in modo termico l’ambiente.

E’ un ottimo termoregolatore naturale in grado di climatizzare l’ambiente sia in inverno che in estate.

Dove hanno origine i prefabbricati

Le case in legno hanno origine nel Nord Europa per proteggere le persone dal freddo invernale in quanto sono in grado di conservare il calore durante l’inverno e di mantenere il fresco in estate.

In questa zona c’è poco caldo e, tra l’altro, non raggiunge picchi elevati come in Italia quindi bisognava ingegnarsi con un tipo di costruzioni che desse tutto il comfort necessario durante le stagioni.

Come avviene la protezione

Il comfort deriva da un segreto che viene applicato: la “massa“. Si tratta di una parete pesante formata da pietra o mattoni che è in grado di bloccare il calore grazie allo sfasamento dell’onda termica.

Questo è dovuto perché di notte la casa si rinfresca mentre di giorno ha bisogno di più tempo per riscaldarsi a causa dell’inerzia delle pareti che hanno la funzione di barriere temporali.

Isolamento termico in inverno nei prefabbricati

Se un edificio è isolato termicamente in modo valido significa che è isolato bene anche acusticamente rendendo la vita degli abitanti migliore.

I prefabbricati hanno meno fuoriuscite di calore in quanto grazie all’isolamento termico possono raggiungere alti livelli di sono in grado di avere un rendimento energetico soprattutto durante il periodo invernale.

Il bisogno di rendimento energetico necessario si ottiene costruendo un edificio a forma di cubo con parità di volume perché più alta sarà la costruzione più energia servirà per riscaldarlo. Infatti, una costruzione uniforme, senza aperture e rientri, riesce ad aumentare il rendimento termico dell’abitazione.

Per aumentare il rendimento del calore bisogna accumularlo attraverso una captazione dell’energia passiva e bisognerebbe farlo soprattutto durante le ore più calde del giorno grazie alla disposizione degli ambienti abitati verso sud.

Inoltre, le vetrate, creano un effetto serra perché lasciano passare le radiazioni solari che scaldano ma, allo stesso tempo, non abbandonano  l’ambiente continuando a trattenere il calore. Se poi, vengono installati infissi moderni(tripli vetri), l’efficacia è maggiore ed in questo modo si riducono anche le dissipazioni causate dal basso isolamento che il vetro può causare rispetto alla parete coibentata.

Purtroppo il legno usato per le case prefabbricate è un ottimo isolante termico ma allo stesso tempo è un pessimo conduttore di calore perciò bisogna capire anche la zona climatica in cui dev’essere utilizzato per poterlo usare e sfruttare al meglio.

Per sfruttare al meglio il tutto è importante anche l’uso del cappotto isolante ( 10/12 centimetri) che ha la funzione di ostacolare lo scambio termico esterno e di intervenire  sui ponti termici.

E’ importante anche isolare il tetto,in quanto se non coibentato in modo corretto, si potrebbe avere un abbassamento delle prestazioni termiche.

In Italia, c’è un clima molto variabile che presenta un’alta escursione termica sia durante la giornata che durante le stagioni, quindi questo richiede di usare strutture capaci di controbbattere efficacemente alle variazioni climatiche e di affrontare facilmente l’imprevedibilità.

Perciò, qui, vengono costruiti prefabbricati progettati con lo scopo di garantire ottimi rendimenti usando soluzioni adeguate per avere un valido rendimento energetico.

Infatti, se ci si attiva per applicare la norma del rendimento energetico si avrà un risparmio economico è dell’80% rispetto alle abitazioni non isolate e che porta anche ad un importante benessere abitativo.

Isolamento termico in estate

Verso sera, quando il sole sta per tramontare, l’onda termica non ha ancora attraversato le pareti e quindi tende a ritornare indietro creando un’abbassamento della temperatura esterna dovuto, anche al fatto che durante la notte, le pareti tendono a rinfrescarsi.

La gente del Nord Europa ha compreso questi funzionamenti ed ora sono in grado di difendersi appieno sia dalle basse che dalle alte temperature perché le abitazioni in legno hanno spessori limitati e poca massa: in questo modo si possono evitare anche i condizionatori.

Inoltre, durante l’estate, è preferibile usare come isolante la fibra di legno ad alta intensità anziché la fibra di vetro o lana di roccia: tra l’altro, se per il cappotto esterno, viene usata la fibra di legno si avrà una casa veramente ecologica.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Isolamento termico nelle case in legno

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

La nostra soluzione per te

Appartamenti in vendita

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin rutrum euismod dolor, ultricies aliquam nulla off maxfr mous accumsan.