fbpx

Un piccolo rumore ma un grande disturbo

Del rumore abbiamo già parlato molte volte e continueremo a farlo data la sua importanza nelle costruzioni edili, in particolare, i nuovi appartamenti in vendita che devono raggiungere determinati requisiti acustici. Nei restauri e nella bioedilizia è molto difficile raggiungere determinati requisiti, in quanto bisogna conoscere molto bene i requisiti dei materiali e i loro limiti.

In questo articolo parleremo delle sorgenti sonore specifiche, ma prima un breve riassunto del percorso che abbiamo intrapreso su questo argomento.

Nell’articolo: IL RUMORE, UN ALLARME DA NON SOTTOVALUTARE ho scritto una piccola descrizione del fenomeno acustica e delle normative che la regolano.

In Italia, l’ annuario istat dei dati ambientali relativi al 2005 indica che mediamente il 38% delle famiglie dichiara la presenza di problemi derivanti dal rumore presenti nelle zone ove abitano, con punte del 58% nel centro delle aree metropolitane.

Un altro articolo è: Il rumore da dove proviene? qui inizio un percorso che analizza il rumore e le sue caratteristiche.

 L’inquinamento da rumore nell’ambiente di vita ha raggiunto livelli e diffusione sul territorio di entità tale da costituire una minaccia concreta per la salute dell’uomo, contribuendo al degrado della qualità di vita. D’altra parte, questa forma di inquinamento ha accompagnato l’uomo nel suo progressivo e non è, pertanto, un problema della società odierna: basti pensare che già nell’antica Roma ci si preoccupava di limitare il rumore dei carri e delle attività lavorative per contenere gli effetti di disturbo.

Sorgenti sonore specifiche

In questo articolo parleremmo delle sorgenti sonore specifiche, con questo termine si indica una gamma assai ampia di sorgenti sonore, alquanto diverse per estensione e collocazione sul territorio (dai grandi impianti industriali alle piccole attività artigianali), per apparecchiature impiegate (diverse in tipologie o numero) per finalità (produzione, cantieri, impianti tecnici degli edifici, esercizi commerciali, attività sportive o ricreative), per modalità e tempi di funzionamento (continuo o intermittente, in determinati periodi delle 24 ore), per caratteristiche del rumore prodotto (carattere impulsivo, componenti tonali, predominanza di basse frequenze).

Uno strumento utile

Uno strumento utile e che ormai si parla sempre più spesso risultata essere la compilazione di un catasto di questa moltitudine di sorgenti su base locale per conoscere la composizione del clima acustico, e fornisce informazioni interessanti per valutare l’impatto acustico sulla popolazione che, solitamente, manifesta lamentele più numerose nei confronti di queste sorgenti, anche quando il rumore da loro prodotte risulta inferiore a quello del traffico stradale.

Nella maggior parte delle configurazioni riscontrabili nella realtà, la rumorosità ambientale raramente è determinata da un’ unica sorgente sonora, bensì vi concorrono, in misura e con modalità assai diversificate, molteplici sorgenti anche di natura diversa.

Un esempio che sempre più spesso si presenta, risulta essere costituito dalle pompe di calore, soprattutto nel periodo estivo dove in grossi condomini di appartamenti in vendita ho più pompe di calore in funzione creando una quantità di rumore eccessivo.

In un futuro bisognerà regolamentare, a livello comunale, questo  problema.

Un chiaro esempio

Un esempio di dove possiamo riscontrare questo problema lo troviamo  nel cuore della Grande Parigi con il complesso condominiale composto da due blocchi ciascuno di 110 appartamenti in vendita. Questo complesso residenziale avrà un grande impatto acustico e dovra essere studiato molto attentamente.

Nella Rue Marcel Bontemps, quattro appezzamenti di edifici bianchi, con linee pulite, nitide, fatti per assomigliare ai grandi palazzi costruiti dal barone Haussmann nel centro della città, 7 piani sopra la terra, creare un effetto intenzionale di pulizia e di ordine. L’interazione delle diverse aperture del tetto, livelli e sui tetti Mansarda in stile rompere le linee rette del facciata dell’edificio.

Una curiosità su Parigi

Il barone Haussmann icoprì l’incarico di prefetto del dipartimento della Senna dal 23 giugno 1853 al 5 gennaio 1870. Il titolo nobiliare gli fu attribuito da Napoleone III, per il quale aveva rinnovato Parigi tra il1852 e il 1869, predisponendo e attuando un vasto piano di ristrutturazione.

Alla metà del XIX secolo Parigi si presentava con lo stesso aspetto che aveva nel Medioevo con strade strette e malsane. Durante il suo soggiorno in Inghilterra (1846-1848), Napoleone III era stato impressionato da Londra e dalla ricostruzione della capitale inglese seguita al grande incendio del 1666 che aveva fatto di questa città un punto di riferimento in materia d’igiene e di urbanistica; l’imperatore voleva fare di Parigi per il Secondo Impero, una città prestigiosa come Londra; questo sarà il punto di partenza per l’attività del nuovo prefetto.

Le idee-guida dei lavori erano di due ordini: uno di tipo igienistico di derivazione illuminista, realizzare una migliore circolazione dell’aria e delle persone, anche come reazione all’epidemia di colera del 1832; l’altro ordine era di tipo politico, liberare cioè il centro della città dalle masse popolari sempre troppo pronte alla rivolta, come dimostravano le sollevazioni del 1830 e del 1848.

Questa campagna sarà intitolata “Parigi abbellita, ingrandita”.

Haussmann ebbe l’ossessione della linea retta, ciò che fu chiamato “il culto dell’asse” nel XVII secolo. In omaggio a questo ideale, fu pronto ad amputare spazi strutturanti della città, come i Giardini del Lussemburgo.

Torniamo al presente

La loro semplicità è sottolineata da una caratteristica stravagante: tra questi spazi, interrotte da linee di faglia, sono un tocco di modernità nella loggia classica. Prendono la forma di una maglia intricata, che unisce passaggi verticali che consentono l’accesso a quattro appartamenti per piano e un ingresso / loggiato per appartamento. Queste torri sono totem per l’intero quartiere, che mostra l’importanza dello spazio esterno privato nella città moderna, facendo uno spettacolare e divertente zona residenziale.

L’identità insolito fornito da questi ingressi / logge che garantiscono la privacy dei residenti è ottenuta attraverso l’uso di alluminio intrecciato rivettato: la morbidezza della forma, forza costruttiva e qualità del metallo anodizzato: una serie di allusioni alla storia industriale della zona senza diventare impantanato in ricordo nostalgico. La gioia pura e semplice di vivere qui è rivelata dalla semplicità e qualità dell’edificio.

C’è un altro riferimento alla urbanizzazione di Parigi, e questa parte della città, in particolare: la strada privata, fiancheggiata da case famiglia o il centro residenziale della trama. Qui, ci sono quindici proprietà su un condominio costruito su tre piani, oltre a loft, offrendo un ambiente urbano più silenzioso più appartato, animato da estensioni loggiato esterno del tipo che sono parzialmente aperti e privato, con gli spazi tra di loro intricato rivestimento in legno che rispecchia il ciclo di luce e ombra per tutto il giorno.

Questi due progetti nel blocco sono separati da un percorso a zig-zag, intervallati da una dispersione di betulle d’argento. Gli edifici sono collegati da un portico sul lato orientale, un collegamento che lascia 2 livelli aperti. Per riflettere slla natura introspettiva del centro del blocco, il giardino si accede attraverso i corridoi che attraversano Rue Marcel Bontemps.

Per un impresa edile costruire questi appartamenti in vendita sara sicuramente una grande sfida che comporterà un notevole sapere delle tecnologie utilizzate nei vari blocchi.

Molte volte le imprese edili o i privati sottovalutato il problema dell’acustica, per avere un costruzione edile di qualità e benessere bisogna considerare e applicare sistemi costruttivi che migliorano l’acustica. Qui sotto trovi un link dove sono riportati tutti gli articoli inerenti al tema dell’acustica, sperando che siano utili per migliorare la tua costruzione edile o la tua casa.

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia… dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

Il blog di un’impresa edile di Treviso

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin