Lo sfasamento in un cappotto termico

Lo sfasamento in un cappotto termico

Con grande piacere sono qui  nuovamente a scrivere di sfasamento e del cappotto termico, temi ormai che sono entrati nelle nostre vite e nelle nostre case. Già in passato avevo parlato dello sfasamento ma in modo generale senza andare a specificare i vari materiali.  Dobbiamo anche ricordarci il motivo dell’importanza di questa caratteristica per le nostre case o appartamenti; quando compriamo una casa dobbiamo domandare all’impresa edile che ha costruito l’edificio lo sfasamento finale.

Ricordiamoci che il cappotto termico non è composto solo di una dato ma da più dati e a volte non sono sufficienti per garantire un comfort ottimale all’interno della casa è per questo che dobbiamo considerare l’intera struttura.

Nel caso dello sfasamento in un cappotto termico non sempre viene soddisfatta a pieno questo importante caratteristica e quindo va considerato l’intero pacchetto di muratura; tema a me caro.

Groucho Marx, pseudonimo di Julius Henry Marx, attore, comico e scrittore statunitense, la classica foto con gli occhi spalancati e quasi fuori dalle orbite e quel sigaro grosso quasi come un un birillo da bowling raccontano tutta sul suo lato comico e le sue frasi rimangono molte volte impresse per la loro semplicità con cui vengono dette.

Tra le tante frasi dette da Groucho Marx una può calzare a pennello: “oggi sono stato in un bar ho chiesto qualcosa di caldo e mi hanno dato un cappotto”, 😀 possiamo aggiungere …cappotto con sfasamento non troppo caldo ne troppo freddo con una finitura “schiumosa” 😀

Le case studiate per avere lo sfasamento

Le mie classiche passeggiate mi consentono di osservare molti cantieri e questo mi permette di comprendere come viene affrontato il tema dello sfasamento in un cappotto termico. A mio avviso e da quello che posso comprendere dalla sola osservazione, questo dato non viene molto considerato, quasi fosse un dato di poca importanza.

Nelle ristrutturazioni, quando vengo interpellato come impresa edile; mi concedo sempre la possibilità di un’accenno e se vedo l’interesse del proprietario vado a proporre soluzioni innovative e più adatte alla situazione considerando tutto l’insieme.

Dobbiamo giustamente essere chiari il dato dello sfasamento in un cappotto termico non è il dato fondamentale per avere una casa confortevole e con un ottimo livello di benessere, ma è un dato che aiuta molto a raggiungere gli obbiettivi de efficienza energetica e comfort termico all’interno delle case.

Quindi non soffermiamoci e non disperiamoci se lo sfasamento non è in linea con le nostre pretese, l’importante è osservare l’intero pacchetto di “muratura” e valutare l’insieme dei dati e ricordiamo l’attenuazione e la trasmittanza finale.

Cos’è lo sfasamento

Arriviamo così al nostro concetto di sfasamento e più semplicemente dicendo: (o sfasamento dell’onda termica): il tempo necessario affinché il picco massimo della temperatura esterna attraversi completamente il componente edilizio producendo un picco massimo della temperatura interna e si misura in ore.

Questa è la principale spiegazione e forse la più semplice per il termine sfasamento che possiamo trovare su internet. Con un semplice esempio numerico, considerando uno sfasamento di 12 ore, se alle ore 14:00 ho una temperatura di 35° C esterno serviranno 12 ore per attraversare il mio isolamento e trovarmi la superficie della muratura a 35° C.

Questo ovviamente è solo un esempio semplice, senza considerazione su altri fattori che influenzano la temperatura; tipo l’attenuazione.

I vantaggi di un buon sfasamento in una casa

Già dall’esempio comprendiamo l’importanza dello sfasamento, considerando sempre l’esempio sopra riportato, se alle ore 1:00 di notte abbiamo una temperatura esterna di 25° C dopo 12 ore cioè alle ore 13° C avrò all’interno dell’abitazione una temperatura della muratura sulla sua superficie di circa 25° C.

Ricordiamoci quanto detto sopra, lo sfasamento è solo un dato e deve essere considerato in un’insieme di dati e situazioni che comprendono anche le caratteristiche della costruzione edile.

Tra i tanti materiali che possiamo trovare in commercio uno dei materiali che mi può fornire il miglior sfasamento a parità di spessore è la lana di lego o la fibra di legno. Il tutto deve essere considerato in base a costi e benefici dell’opera.

Se ho una struttura massiccia che già mi da un buon sfasamento posso considerare altri sistemi di cappotto meno onerosi della fibra di legno o della lana di legno.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Lo sfasamento in un cappotto termico

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

La nostra soluzione per te

Appartamenti in vendita

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin rutrum euismod dolor, ultricies aliquam nulla off maxfr mous accumsan.