fbpx

intonaco civile la scelta

Intonaco civile

L’intonaco civile, la finitura che sarà per sempre visibile nella vostra casa, è per questo deve essere preciso e perfetto, realizzato da un personale competente.

Dovrà essere applicato dopo la presa dello strato di intonaco grezzo e sarà costituito da una malta, con grani di sabbia finissimi, lisciata mediante fratazzo rivestito con panno di feltro o simili, in modo da ottenere una superficie finale perfettamente piana ed uniforme. Sarà pertanto formato da tre strati, di cui il primo di rinzaffo, un secondo di arricciatura tirato in piano con regolo e fratazzo e la predisposizione di guide, un terzo strato di finitura formato da uno strato di colla della stessa malta passata al crivello fino, lisciata con fratazzo metallico o alla pezza su pareti verticali.

intonaco civile e malta fina

La Malta Fine è un intonaco di finitura, pronto all’uso, “ in pasta”, utilizzato prevalentemente in interno per la realizzazione di intonaci “al civile”.  Il prodotto è costituito dalla miscela di un legante aereo (il grassello di calce) e un aggregato fine (sabbia fine); una volta applicato indurisce a contatto con l’aria sviluppando un processo di carbonatazione.

Dati i suoi componenti, è un prodotto completamente naturale, ad alta traspirabilità con un valore di μ pari a 8-10: per questi motivi è particolarmente gradito per l’impiego in interventi di bioedilizia.

La malta fine può essere utilizzata anche in esterno ma il suo impiego è subordinato alla miscelazione con un legante prestazionale, ad esempio il cemento, che ne aumenta le caratteristiche meccaniche.

Il prodotto viene applicato su supporti intonacati con intonaci “di fondo”. L’applicazione viene eseguita manualmente con spatola metallica, con spessori di impiego di 1- 2 millimetri e può essere rifinito con spatola metallica, con frattazzo, oppure con frattazzino di spugna dopo avere inumidito il prodotto applicato.

In esterno, miscelata con cemento, la malta fine può essere applicata su una rete in polipropilene che ne migliora le caratteristiche meccaniche. L’applicazione con rete si distingue in due fasi lavorative. La prima fase consiste nella stesura della rete sulla superficie di posa e il fissaggio della stessa. Nella seconda fase viene applicata la malta fine additivata con cemento con l’ausilio di una spatola metallica. Al termine di queste operazioni, l’intera superficie viene lisciata e rifinita “a civile” mediante frattazzino di spugna per preparare la muratura alla successiva tinteggiatura finale.

Ad oggi esiste in commercio una malta fine migliorata dal punto di vista delle prestazioni meccaniche grazie all’aggiunta nell’impasto di fibre in polipropilene. La presenza della fibre crea una micro reticolatura nello spessore dell’intonaco che contrasta la formazione in superficie di eventuali cavillature.

intonaco civile il tipo di malte

Quando parliamo di intonaco civile possiamo distinguere tre grandi famiglie di intonaco: intonaco premiscelato, intonaco tradizionale e intonaco naturale.

Qui sotto vado a descrivere le varie caratteristiche di queste tre famiglie di intonaco, farò una descrizione di massima. Ogni intonaco ha delle caratteristiche ben precise adatte a precise situazioni, non esiste ancora intonaco che vada bene per tutte le situazioni e quindi dobbiamo sempre considerare prima la situazione dove va applicato il tipo d’intonaco.

intonaco civile premiscelato

Gli intonaci premiscelati sono dei prodotti di natura industriale che permettono di coprire nella stessa quantità di tempo una zona fino anche a cinque volte maggiore rispetto a quella che si riuscirebbe a intonacare con polveri tradizionali.

Naturalmente, questo presuppone che l’applicazione dell’intonaco venga fatta a macchina. Le caratteristiche degli intonaci premiscelati che permettono di avere un tale risparmio di tempo sono da ricercare nella maggiore omogeneità e nell’uso di diverse componenti rispetto all’intonaco tradizionale; infatti, anche presupponendo la presenza di un lavoratore esperto alla betoniera che si occupi di mescolare accuratamente la calce o il cemento e la sabbia, non è possibile assicurare una perfetta miscelatura del composto.

Invece, i composti premiscelati, considerando che devono anche rispettare dei rigidi standard e normative, possono assicurare un’omogeneità impareggiabile.

Come già detto prima, il vantaggio principale di un intonaco premiscelato è il guadagno economico che deriva dal minore tempo necessario a stenderlo su una grande superficie. Questo risparmio presuppone alcuni fattori; primo fra tutti, che l’applicazione dell’intonaco venga fatta con ausilio meccanico.

Applicarlo a mano, infatti, pur portando dei risparmi, farà si che questi siano di molto inferiori rispetto a quelli che si otterrebbero con l’uso delle apposite macchine.

Oltre a questo, bisogna anche presupporre che il composto premiscelato scelto sia di buona qualità, senza difetti e che chi lo applica porti una certa attenzione; il risultato potrebbe non essere quello atteso e le caratteristiche degli intonaci premiscelati si potrebbero perdere se l’applicazione non viene fatta in modo corretto.

intonaco civile tradizionale

Sull’intonaco civile tradizionale ho già molte volte parlato, in questo caso farò solo un breve accenno ai vantaggi di questo tipo d’intonaco. Personalmente lo preferisco rispetto l’intonaco premiscelato oltre che per le caratteristiche, ma soprattutto per l’arte che è necessaria per realizzare questo intonaco.

Con intonaco tradizionale intendo un intonaco fatto in cantiere: sabbia calce e cocciopesto, in cantiere non si devono vedere sacchetti di cemento o simili, questo tipo d’intonaco è una tecnica “pura” se fatta a regola d’arte.

Qui sotto le caratteristiche intonaco che avevo elencato:

-Ritenzione d’acqua

-Plasticità e lavorabilità

-Elevata porosità e traspirabilità

-Alta deformabilità

-Compatibilità chimica e fisica

-Basso contenuto di alcali solubili

Non dobbiamo dimenticare che un (vero) intonaco tradizionale non rilascia nessun tipo di VOC/COV

Tutte queste caratteristiche sono descritte su vari articoli del Blog, a fine articolo troverai, se sei interessato a tutti gli articoli che trattano l’intonaco.

intonaco civile naturale

Anche di questo tipo d’intonaco ho già parlato molte volte, stiamo parlando di un intonaco in argilla o intonaco di terra. Come per l’intonaco tradizionale, la caratteristica che apprezzo di più di questo intonaco è l’arte necessaria per realizzare questo tipo d’intonaco. Bisogna conoscere la terra, fare dei campioni, adattarsi al materiale in cantiere.

Con l’intonaco naturale la caratteristica più interessante sta nel fatto che non è più il materiale che si adatta alle nostre esigenze come accadeva per gli alti due tipi d’intonaco ma dobbiamo essere noi ad adattarci al materiale che troviamo in cantiere.

Numerose sono le proprietà dell’intonaco a base di argilla:

  • regolarizza l’umidità dei locali in quanto assorbe acqua dall’aria quando è troppo umida e la ritorna quando questa è troppo secca. Così facendo mantiene l’umidità relativa in condizioni ottimali per l’uomo tra il 50% e il 70%.
  • poche probabilità formazione di muffa (dipende da eventuali aggiunte di ingredienti)
  • ha una buona inerzia termica che mantiene stabile la temperatura degli ambienti, buona capacità di accumulo di calore
  • gode di eccellenti proprietà fonoassorbenti, specie nei locali di grande metratura dove in normali condizioni si verificano rimbombi ed effetti sonori sgradevoli, l’intonaco in argilla attutisce i suoni a bassa frequenza migliorando così il comfort abitativo. Utilizzando mattoni crudi come riempimento per solai si eliminano notevolmente anche i rumori dovuti al calpestio.
  • l’argilla, essendo un colloide, ha una grande capacità di trattenere polvere gas e odori presenti nell’aria mantenendo quindi l’ambiente salubre.
  • ultimo ma non di importanza è la capacità dell’argilla di proteggerci dai campi elettromagnetici. Secondo il professor Schneider, dell’istituto militare di Monaco di Baviera, 2,5cm di intonaco d’argilla elimina il 75% delle radiazioni sviluppate da un impianto di alta tensione e un muro costruito con un normale mattone in argilla cruda ne elimina addirittura il 98%.

intonaco civile qui mi fermo

Qui mi fermo in questa breve descrizione degli intonaci. Alla domanda quale intonaco è più adatto per…..? La risposta è tutti (salvo alcune piccole eccezioni) basta: conoscere il materiale usato ed eventualmente apportare le giuste correzioni al materiale usato.

Come promesso qui sotto riporto il link sempre aggiornato con tutti gli articoli che trattano l’intonaco.

Se in alternativa vuoi conoscere tutte le caratteristiche su’intonaco tradizionale nell’edilizia qui sotto trovi il link di tutti gli articoli che trattano le caratteristiche dell’intonaco.

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia… dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

Un preventivo di un’impresa edile di Treviso

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin