fbpx

la casa chiavi in mano a Treviso

Tutto ha sempre inizio da una chiamata, uno o due squilli e la cornetta che si alza:

-Pronto sono Francesco dell’ Impresa Bruschetta, come posso aiutarla?…

e la risposta ci racconta molto del cliente. Non è stato diverso per Franco. Il tono di voce molto basso ma con un ritmo che ti portava all’interno delle conversazione in maniera molto piacevole:

-Buongiorno sono Franco xxxx, scusi se la disturbo, volevo sapere il costo per costruire una casa a Monfumo (ci troviamo sempre in provincia di Treviso)…

Per quanto Franco aveva dimostrato una cortesia e un tono piacevoli la risposta è stata da prassi:

-…per fare un preventivo adeguato e professionale abbiamo la necessita di avere un computo metrico… (non vi annoio co tutti i particolari della conversazione)

Dopo circa un mese Franco ci ha contattati di nuovo, e con la suo tono basso e il suo ritmo calmo e rilassato ci ha chiesto se eravamo interessati ad acquistare il terreno a Monfumo in provincia di Treviso. Purtroppo abbiamo dovuto rifiutare l’offerta, mi ha fatto piacere risentire Franco che con  la seconda chiamata la conversazione era diventata molto più amichevole.

La casa chiavi in mano a Treviso

Non c’è due senza tre, tre il numero magico è considerato perfetto o se vogliamo essere più razionali dobbiamo parlare della legge di legge di Murphy; 🙂  ancora oggi non so il motivo  per il quale Franco mi abbia chiamato per la terza volta, forse per l’ultima piacevole chiacchierata che abbiamo avuto al telefono. In finale mi ha fatto molto piacere anche a me e anche a Francesco che aveva risposto per la prima volta. Già da subito, dalla prima chiamata, l’impressione era positiva; ma non sapevamo se avrebbe richiamato.

La terza chiamata era una richiesta per incontrarci e fare due parole, ovviamente non potevamo rifiutare tanta cortesia. Dopo qualche giorno ho abbiamo conosciuto Franco una persona con un fisico magro e ben curato nell’aspetto, e gentile anche di persona.

La richiesta di Franco era semplice e non ci ha girato nemmeno molto; voleva una casa chiavi in mano. Vi devo dire che non è stato semplice, i paletti che mi aveva imposto Franco erano molto stretti, ma è stato un vero piacere e divertimento ovviamente anche grazie a Franco e a sua moglie Lucia ( la cucina la voleva così 😀 ).

Si Franco e sua moglie Lucia mi avevano imposto dei precisi paletti e soprattutto quello economico (il costo di costruzione era quindi fondamentale).

La casa chiavi in mano a Treviso: i paletti

Il terreno era sempre quello a Monfumo in provincia di Treviso, un terreno dalle piccole dimensioni giusto per realizzare una casa. Il lotto dove costruire era confinante con altri terreni con edificato altre casette datate; quest’ultime avevano la necessità di seri restauri. Li vicino c’era anche una casa recintata con la classica rete rossa da cantiere edile, una casa costruita in sasso ma che necessitava di un vero e grosso restauro. Insomma la zona non era particolarmente attiva nel settore edile forse possiamo anche dire un po in abbandono.

Il primo paletto di Franco è stato il valore economico, avevano quella possibilità e volevano evitare un mutuo troppo lungo. Le altre richieste una casa con ampia cucina e soggiorno divisi con al piano terra un bagno al primo piano tre camere (una camera matrimoniale una camera da 14 mq per la loro bambina che stava crescendo e una camera che sarebbe stata usata da ripostiglio e per stirare) e due bagni. La casa doveva avere un ottimo benessere interno.

Già sapevo che quello che chiedeva Franco non era possibile realizzare per il limite economico che mi aveva imposto.

La casa chiavi in mano a Treviso: il progetto

Ho fatto un primo progetto come voleva Franco e gli ho fatto pure un’analisi di costi che avrebbe sostenuto. Tutto questo serviva a me quanto a lui per capire la strada che realmente voleva intraprendere Franco e di conseguenza esaudire le richiesta di tutta la famiglia. In questo caso il valore economico era un paletto importante e era disposto a rinunciare a qualcosa nella disposizione della casa.

Il progetto a questo punto ha subito una notevole ridimensionamento e, particolare che la moglie Lucia ha apprezzato particolarmente; il nuovo progetto si disponeva solo al piano terra e quindi la costruzione edili della casa non necessitava di scale.

Il nuovo progetto consisteva in un soggiorno e cucina molto ampi una camera matrimoniale una camera per la bambina un bagno e un ripostiglio. Una veloce analisi dei costi mi a permesso di inserire un nel pergolato in legno esterno collegato alla casa; apprezzato molto da Franco. Con l’analisi dei costi ho dimostrato di rientrare nel budget che mi avevano fissato. Ora che avevo il progetto di massima o potuto iniziare a parlare di struttura e avevo suggerito la realizzazione di una casa in legno ma rifiutata a priori da Franco.

La casa chiavi in mano a Treviso: le caratteristiche

La casa e posata su una platea in calcestruzzo armato isolato con isolante xps, la struttura perimetrale della costruzione edile è composta da pilastri in cemento armato e muratura di tamponamento in laterizio e con un cappotto esterno posato secondo i criteri della certificazione casaclima. All’inizio abbiamo considerato di realizzare una copertura piana in legno, travi, perline tavolato, isolamento, tavolato, cappa e impermeabilizzazione ma in un secondo momento abbiamo deciso di realizzare un solaio in laterocemento con isolamento e impermeabilizzazione.

Una rinunci quasi dovuta è stato il tetto verde che poteva dare un tocco originale a questa piccola casa di circa 100 mq. Una piccola casa che ha raggiunto gli standard di casa passiva, un investimento futuro sul risparmi energetico con i suoi 5 kw di fotovoltaico posti sulla copertura.

Un piacevole cantiere dove il proprietario ha potuto seguire tutte le fasi del cantiere e decidere le finiture estetiche con un occhio di riguardo al valore economico.

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia ecc, dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin