fbpx

Il futuro del giardino

Le imprese edili lo sanno molto bene, il sistema costruttivo deve essere più sostenibile, dobbiamo creare zone verdi per vivere nel benessere.

Oggi vi mostrerò un possibile futuro di appartamenti in vendita, naturalmente per le ristrutturazioni sara una vera sfida rispettare questi requisiti di bioedilizia.

il futuro del verde e del giardino

Nel 2050 si presume che il 75% della popolazione terrestre abiterà in città. Questo dato ipotizza non solo che la matrice urbana si estenderà a luoghi finora non colonizzati, ma che la campagna, il paesaggio sempre più perderanno i crismi dell’ alternativa radicale alla città diventando, in un rapporto di forza ormai impari, una dimensione di amore della metropoli.

Per contro, per una specie di contrappasso  ironico di sottile malizia, la città al suo interno si popola di spazi verdi, di riserve arboree, di terzi paesaggi, di simulazioni domestiche di campagna, di natura urbana che, viralmente, tende a contrastare dall’interno l’inerzia espansiva della città di cemento e vetro.

Tutto questo lo troviamo nel progetto di Ingels Bjarke una costruzione edile interessante e innovativa

Il prima progetto di appartamenti e case a Taiwan di Ingels Bjarke il progetto è stato completato “residenze Hualien”, con una linea di mobili su misura dal KiBiSi. 1.000 metri quadrati show-casa è stata completata per offrire ai futuri abitanti degli appartamenti in vendita uno sguardo nello stile di vita e comfort di sviluppo.

Nella logica delle cose, quando un sistema chiuso, diventa troppo grande e troppo esterno, tende a smagliarsi, a perdere elasticità nei punti sottili, subendo piccole perforazioni delle difese immunitarie da cui penetra lo stillicidio di un’ invasione carsica, puntuale ma diffusa. Ecco cosa sta succedendo all’edilizia, dal più piccolo restauro, all’appartamento in vendita, finendo per intaccare anche le abitazioni singole e ogni particolare urbanistico.

Della fusione tra il verde e l’edilizia ne avevo già parlato, nell’ articolo: Conoscere un tetto verde introduco i vantaggi di un edificio verde. Questo settore riguarda pienamente la bioedilizia e deve essere ben studiata. In questo articolo descrivo anche i vantaggi delle costruzioni edili che seguono i principi della bioedilizia.

 

Ma torniamo al nostro progetto sostenibile.

Situato a 5 chilometri a sud della città di Hualien, gli appartamenti sono stati sviluppati da Taiwan società per lo sviluppo del territorio. Il progetto si propone di conservare e valorizzare la bellezza della natura circostante, mentre la creazione di un quartiere denso di abitazioni/appartamenti vacanza che offrono ai futuri residenti una vita attiva e sociale fuori dal città e dal loro appartamento. La prossima fase del progetto si prevede di iniziare nel 2016, con la costruzione programmata di costruzioni; per essere completata entro il 2018.

Disegno di BIG evoca terreno montagnoso di Taiwan, che appare come un paesaggio stilizzato di colline, valli, e canyon. Le lastre del pavimento sono suddivisi in strisce sottili paesaggistici, ricoperte di vegetazione verde. I volumi sono spostati per assicurare che la luce del giorno e alla vista di raggiungere in profondità le residenze, mentre grandi viali formano grandi canyon pedonali lussureggianti e collegamenti tra gli edifici.

Spiega Ingels Bjarke, socio fondatore di BIG:

‘Le colline Hualien sono un tentativo utopico pragmatico di densificazione rurale dove le qualità ecologiche della natura non sono consumati dallo sviluppo urbano, ma piuttosto estese e amplificati,’ spiega Ingels Bjarke, socio fondatore di BIG. ‘Dove gli spagnoli hanno trovato il modo di forare case e città nelle rocce porose delle montagne locali a Guadix, il taiwanese ora stanno costruendo paesaggi urbani di colline abitate Hualien ‘.

Gli appartamenti hanno una serie di mobili di KiBiSi che dispone di otto tipologie differenti che fanno riferimento sia nel design scandinavo, e la struttura pieghevole collina del regime. La collezione comprende sale e lettini  per cercare di coniugare lavoro con la comodità. Questo è accompagnato da un tavolo da pranzo in legno, lampada a LED, cassettiera, tavolino e sistema di scaffali con una struttura a parallelogramma flessibile che si adatta ad angoli di inclinazione della parete dell’edificio.

la green turn

La cosiddetta green turn all’interno delle città non può però essere definita come un fenomeno univoco: essa si manifesta in forma e dimensioni molto diverse tra loro.

Ciascuno di questi esempi racconta un movimento condiviso: la rivendicazione da parte degli umani metropolitani a partecipare a un frammento di giardino dell’eden, non importa quanto distante l’immagine sia dell’originale.

Nel moderno paesaggio urbano, afferma Adriaan Geuze, l’abitante della metropoli decifra l’ambiente che lo circonda e ne colonizza quel tanto che gli è più vicino.

Una curiosità

L’architetto del paesaggio Adriaan Geuze nato nel 1960 si è laureato nel 1987 presso l’Università di Wageningen nell’architettura studio del paesaggio. Nello stesso anno ha fondato a Rotterdam insieme a Paul van Beek al 8 West (che in seguito ha lasciato l’azienda). Adriaan Geuze vince nel 1990 prestiseuze de Premio  e nel 1995 ha vinto il Premio Maaskant per Giovani Architetti. Fonda la Fondazione SLA (Surrealistic Landscape Architects) nel 1992 Geuze a fatto in modo che la sua disciplina era meglio conosciuto al grande pubblico.

Intorno al verde urbano, inteso in senso lato, nascono livelli di attenzione e di consapevolezza molto diversi, ma innegabilmente decisivi per lo sviluppo di ogni futura metropoli sostenibile. 

Negli appartamenti in vendita uno studio del verde è ormai fondamentale, che sia un appartamento al primo piano o all’ultimo piano, l’appartamento deve avere  delle zone per uno sviluppo del verde.

Nella bioedilizia questo studio risulta già radicato e ben consolidato, questo è il primo articolo di una lunga serie per approfondire questo tema. I prossimi articoli tratteranno:

Il giardino

Il parco

Il terrazzo

Psicologia

Economia/Ecologia

Voglio trattare questi temi perché sono ormai fondamentali nell’edilizia attuale e applicati nelle nuove costruzioni edili risultano di piacevole impatto.

Il giardino nelle costruzioni edili

Nell’articolo: EDILIZIA E IL GIARDINO DECORATIVO, il tema principale è il giardino. Il primo passo che deve fare un’impresa edile accettare la natura nei propri progetti.

…..Che cos’è un giardino? Domanda banale, eppure ricorrente e spesso assillante soprattutto per gli appassionati, coloro che rubando attimi ad quotidianità sempre più pressante, sfidando problemi ed imprevisti di ogni sorta, incapaci di sottrarsi al legame sottile ed inesorabile che si viene a creare quando si “accudisce” un giardino…..

 

In questa epoca dove sempre più spesso si cerca la qualità delle costruzioni, un Impresa edile deve essere professionale e sempre aggiornata soprattutto in città come Treviso, Venezia… dove la storia ci ha lasciato un patrimonio culturale.

 

Il blog di un’impresa edile di Treviso

 

Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin